Crea sito

Monthly Archives: ottobre 2012

Halloween e i gatti neri.

Sarà una notte dedicata al “dolcetto o scherzetto” con zucche intagliate e illuminate, festoni con streghette e quant’altro in tema.

Ma in alcune zone del nostro territorio non sarà una notte tranquilla per i gatti neri, c’è tanta gente fuori di testa che per superstizione o riti pseudo satanici compie veri e propri massacri nei confronti dei gatti neri.

A loro tutela l’ AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) ormai da sette anni organizza delle ronde formate da gruppi di 3/4 persone per controllare i luoghi “sensibili” del nostro Paese.

Oltre 200 volontari veglieranno a tutela del gatto nero:

http://aidaa-animaliambiente.blogspot.it/

Halloween!

Halloween!

Che sia una notte di puro divertimento, magari in compagnia dei nostri amatissimi gatti, e se mai a qualcuno di voi capitasse di veder qualche strana situazione non mancate di denunciare.

Occhio eh?

Zucche e zucchette, biscotti, scherzetti, che sia una serata giustaaaaa!

Piccioni che si prendono gioco dei gatti :)

Non siamo a Venezia eppure sulla mia città sorvolano e abitano molti piccioni che ormai non hanno più paura di niente :(

Il piccione impiccione

Il piccione impiccione

Quando Lord era un giovane gattino qualcuno ne arraffò, ogni tanto svolazzavano piume in camera da letto e vaiii grandi pulizie! Ormai sono fobica per quanto riguarda piume e piumette di volatili e prima di aprire il balcone ai gatti passo in rassegna il pavimento 😉

Eccolo il piccione curioso,  sa che i gatti non lo possono raggiungere e guarda… e i gatti guardano lui!

se ti acchiappo!!!

se ti acchiappo!!!

Sirenetto non riesce ancora a farsene una ragione, a volte sembra voglia arrampicarsi sul muro 😀

I davanzali delle nostre finestre spesso “ospitano” i piccioni,  vengono a tubare, volteggiano e sembra si divertano quando i nostri mici li osservano con il muso schiacciato ai vetri.

Per fortuna solo Lord può vantarsi di averne acciuffati alcuni, Sire non so come reagirebbe… una strage!!!

Deve accontentarsi di acchiappare mosche :)

Quando dorme a volte lo vedo tormentato da qualche strano sogno, sorrido e penso: chissà come sta andando la battuta di caccia 😉

non mi rassegno!

non mi rassegno!

E non mi schiodo!

Per Halloween ho messo penzoloni un pipistrello nero di cartoncino che ho ritagliato, è appeso con un filo di nylon in un punto poco raggiungibile ma molto desiderabile: svolazza ogni volta che ci passiamo vicino 😉

Così Sire studia le posizioni, vorrebbe arrivarci dal lavandino, da terra, vorrebbe saltare sulla tv ma ad oggi il pipistrello è ancora lì e la tv integra :)

la disperazione

la disperazione

Spero si renda conto che ci sono dei limiti oltre i quali non si può andare e già che abbia rinunciato alla “cattura” del pipistrello mi fa ben sperare.

Lui è un gatto veramente imbranato! L’ombra di mammà quando c’è da scappare, il primo a scapicollarsi quando si pappa.

Appunto, scapicollarsi 😉

Vorrei non cresca così in fretta, è troppo buffo maldestro com’è :)

Diamoci la zampa :-)

L’associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani – ANMVI – propone una petizione al Governo contro lo sfruttamento fiscale degli animali da compagnia.

E’ molto semplice aderire, basta andare qui http://petizioni.anmvi.it/ per firmare la petizione on line.

Che poi oggi sarebbe venerdì, giusto?

Il tredici per me è difficile da vivere, dovrei poter dominare l’ansia che mi porto e l’unico modo quest’oggi è postare foto di Sirenetto 😉

gatto gattoso ;)

gatto gattoso ;)

Con il suo strano comportamento Sirena ci mette il dubbio: ma davvero è un gatto? A volte si comporta come un cagnolino (e ci sto, i gatti norvegesi son così)  un po’ coniglietto quando ci annusa, una foca quando gioca 😀 una pantera nera quando ci soffia, eh! Soffia quando indossiamo le scarpe per uscire… paura? Quando soffia è troppo buffo!!! Ultimamente ho iniziato ad imitarlo e lui (come fa quando è in imbarazzo) tira fuori la linguetta… buffissimo!!!

Ama rubare il posto a Lord quando si va a nanne, e Lord coda tra le zampe lascia a lui il suo spazio conquistato da anni.

E’ evidente, ha un bel caratterino 😉

si giocaaaa!

si giocaaaa!

Non disdegna nessun gioco, e piuttosto che le mie zampe è meglio allungare la cannuccia 😀 Giocherebbe senza sosta! Beh no… tempo di fare pappe e bisognini 😉

E insomma oggi, quest’oggi :( la foto di Sirenetto è uscita sfocata uff!

Perché mi son data a questo argomento? Perché non ho voglia di pensare, di arrabbiarmi o essere in pensiero.  Spero che il  “mascalzone felino” abbia ritrovato le sue forze per tornare a casa, che la piccola gattina scimmietta possa reggersi sulle quattro zampette al più presto, che il nostro nipotingattino abbia capito che non può volare :(

E mi rendo conto… cosa sarà l’anno prossimo per me impronunciabile??? MMMhhhh. … … vorrei passare subito al 2017 ;)))

Solo Katia e Germano possono capire 😉

Gatti norvegesi delle foreste…

… li avete osservati bene?

Hanno quelle splendide alucce di pelo alle zampette anteriori (nello specifico sotto le ascelle), belle e soffici quanto raccapriccianti, le ali che in realtà non aiutano a far spiccare il volo come vorrebbero :(

Non desidero creare allarmismi, l’estate delle finestre aperte sta per finire. E’ che ne ho sentiti diversi di voli e non posso lasciar correre.  Il pericolo è sempre presente quando abbiamo a che fare con questa razza, curiosa e giocosa come poche.  Le raccomandazioni lasciano lo spazio che trovano, ognuno sa come comportarsi con il proprio gattino. Purtroppo non bastano nemmeno le mille attenzioni!

Basta un attimo! Nessuna distrazione mi raccomando!

L’attimo che poi sconvolge la vita del gattino e dei suoi padroncini… basta un attimo!

Cito Orzo che volò dal sesto piano in una notte d’estate, aveva sentito rumore mentre dormicchiava sul davanzale della finestra e per lo spavento precipitò di sotto: mascella fuori posto e zampa da ristrutturare… ma poi… è diventato anche papi 😉

Saké trovò una finestra lasciata accidentalmente aperta da persona incosciente (donna delle pulizie)

Touch, nipotino nostro, rossetto meraviglioso quanto incauto, la padroncina cucinava e lui si è allontanato troppo, fin troppo!

Sono tutti salvi grazie al cielo, ma penso… alcuni padroncini non li ho più sentiti… che nascondano qualche incidente irreversibile?

Di brutti voli finiti in tragedia ne ho sentiti purtroppo e devo ammettere che ho diffidato dal cedere i nostri cuccioli a persone inaffidabili. Ora mi rendo conto invece che non necessariamente i padroncini siano inaffidabili, lo sono i gatti, questione di curiosità sfacciata 😉

I gatti norvegesi son così! E li amiamo per questo 😉

Lo sbadiglio di Nanà

Lo sbadiglio è segno di tranquillità per i nostri amici felini, appagamento e soddisfazione del loro essere.

Per noi umani è solo noia, il massimo del menefreghismo di tutto ciò che ci circonda.

Ma Nanaaaa! Che fai?

Ma Nanaaaa! Che fai?

Giornate strane per me queste ultime, incattivita un pò da comportamenti non propri di sani allevatori. Vien voglia di buttare all’aria quello in cui si è creduto, fare un passo indietro e dire attenzione!!! Ci credevo, spero di poter credere ancora che esistano allevatori seri ma negli ultimi tempi le delusioni lasciano spazio a certezze sconcertanti.

Poi, è un piacere ricevere una telefonata di aggiornamento della salute di un gattino ceduto, vorresti dimenticare la rabbia che sentivi pochi minuti prima, ma quella torna!

Non l’ho raccontato prima ma Saké (la gattina scimmietta) ha fatto un brutto volo dal sesto piano. E’ salva grazie al cielo, ma quanti accorgimenti per farla riprendere!

E quanti accorgimenti hanno gli allevatori per far crescere sani i cuccioli? Quanti controlli da parte delle varie associazioni vengono svolti?

Gattini ceduti prima dello svezzamento  (ho saputo che alcuni allevatori li cedono molto prima dei tre mesi),  vaccini poco credibili,  nel senso che non c’è tagliandino né firma del veterinario… ohhhh???

Ricordo di aver ricevuto richieste di gattini giovani da persone che credevano che così il cucciolo si sarebbe affezionato di più, niente di più sbagliato! I piccoli più vivono con la mamma e più saranno sani e indipendenti,  il percorso è l’inverso di noi umani 😉

Associazioni! SVEGLIA!!! O forse siete svegli già fin troppo? Ma come si fa ad accettare imbrogli di pedigree inverosimili già per il colore del gattino, come si fa ad accettare che una gatta possa mettere al mondo più cucciolate senza giusta  pausa?