Crea sito

Category Archives: I pericoli da non sottovalutare

Le sette vite dei gatti

Lord si è giocato la seconda!

E’ successo che domenica 12 improvvisamente ho notato che non era più lui, mogio e fermo accucciolato sul lettone. Ho aspettato ancora un giorno prima di portarlo a visita, così il martedì la veterinaria l’ha visitato e fatto analisi complete del sangue. Nel frattempo Lord respirava malissimo, muoveva la testa su e giù. Era evidente si trattasse di qualcosa di grave.

Dalla risposta delle analisi non emergeva nulla di quello che avevamo penseto, la tiroide stava bene e quindi? Lastre immediate. Risultato: versamento di liquido nei polmoni e strane macchie che potevano ipotizzare strongili o masse tumorali.

Per due settimane ho portato Lord a fare le cure di prassi ma sembrava non riprendersi, tanto che la veterinaria aveva quasi gettato la spugna e io anche :( Mi stavo preparando a una soluzione definitiva quando la veterinaria ha voluto fare una prova a mia insaputa. Per lei era inamissibile che un gatto di casa avesse gli strongili ma ha provato comunque. Passano due giorni e il gatto improvvisamente migliora, torna a mangiare e saltare come sempre. Oggi abbiamo ripetuto le lastre e, miracolo, Lord aveva i polmoni puliti! Mangia tantissimo, è allegro e mi segue ovunque salterellando.

Mio caro Lord, ancora un pò di pazienza e tornerai il gattone di sempre 😉 Occhio che ti sono rimaste cinque vite 😀

Un ringraziamento speciale a Mariolina

Tre gatti, quattro lettiere

In questi giorni, ma in fondo da sempre, continuo a pormi la solita domanda: quale sabbietta è meglio?

Negli ultimi mesi ho provato a usare quella organica, comoda perché leggera, perché all’occorrenza si può gettare nel water e si compatta molto bene. E’ stata una bella scoperta ma… i ciuffi delle zampette dei gatti norvegesi sono lunghi! Quando escono dalla lettiera si portano in giro tutti i pezzetti delle fibre organiche :(

Ne ho cambiate diverse di sabbiette, sempre agglomeranti, ma essendoci stati due episodi in cui Sire faceva fatica a fare il bisognino ho pensato che forse era colpa dell’agglomerante. Ieri ho preso per la prima volta una sabbietta molto conosciuta, bianchissima e non agglomerante. Non è male, l’ennesima prova 😉

Averlo saputo prima…

… ci saremmo risparmiati tante punture di zanzare, gli anni passati :(

Premesso che non sopporto le zanzariere, mi farebbero da prigione,  l’altro giorno ci siamo decisi e abbiamo concluso che si poteva fare  una prova, montare una di quelle zanzarierie estensibili. Ho sempre avuto grandi dubbi, poca sicurezza con le unghie dei nostri gatti curiosi. Non amo rischiare con loro, i gatti norvegesi sono giocosi e predatori, i piccioni li istigano in maniera particolare. Sire poi,  ha il vizietto di graffiare i vetri, figuriamoci con una retina! Invece, almeno per ora, la situazione è tranquilla, EVVIVA!!!

A tal proposito voglio ricordare i miei primi gatti, in particolare Picasso (Piki) ma anche Dalì 😉

Il mio primo amore di gatto

Il mio primo amore di gatto

Con loro non ho mai avuto problemi, potevamo uscire tranquillamente lasciando il balcone aperto e trovarli lì in attesa del nostro ritorno. Solo una volta c’è stata tanta paura, Dalì scomparve per una settimana, probabilmente caduto dalla finestra, disperazione totale. La brutta storia si risolse per il meglio e da allora l’attenzione è salita alle stelle. Finestre chiuse e balcone sotto stretta sorveglianza!

Comunque… mai fidarsi, occhio!

Fiori in balcone

Tra una noia e l’altra, per tutta l’estate, deliberatamente, ho ignorato le fioriere del nostro piccolo balcone.  Adoro i fiori ma ogni volta ne devo scartare una. Le surfinie che crescevano beate mi hanno sempre riempita di api, i geranei li ho scartati per via della farfalline americane e ora???

macroglossum stellatarum

macroglossum stellatarum

Giunta alla fine dell’estate ho scelto quei bellissimi e profumatissimi di Lantana Camara. Non essendo fiori stagionali sono tornata a casa orgogliosa dell’acquisto, durerannoooo!!!

Già… in agguato ora c’é sempre la “sfinge del galio” che mette a dura prova la pazienza dei nostri gatti!!!

Ho scoperto che il suo battito di ali si avvicina a 200 per secondo :( possono resistere i felini a tanto??? Ed ecco che le finestre son chiuse, tappata in casa con forte anticipo :(((

Dovrò optare per le piante grasse, o continuare con ciclamini che dolori non me ne hanno mai dati… che squallido però un balcone senza colori!!!

Vabbé per “loro” tutto si può, i nostri gatti sono troppo speciali e qualsiasi tipo di rinuncia è niente rispetto allo sguardo felino, dolce e qualche volta assassino 😉

Mentre i gatti dormono

le cicale friniscono 😉

Giorni fa un amico mi manda mail scrivendo che il suo gattone anziché miagolare friniva! Aveva una cicala in bocca!!! Ci ho riso su per la verità, mai pensando che ai miei gatti casalinghi potesse succedere qualcosa di simile.

Cicalone

Cicalone

Il giorno dopo, in attesa che il dolce in forno cuocesse, ogni tanto uscivo a prendere aria in balcone, le cicale in questo periodo ci sono sempre ma una era troppo insistente! Ogni volta che mettevo piede in balcone il cicalone smetteva, avanti e indietro, se qualcuno mi ha vista non so cosa possa aver pensato.

Infine l’ho individuato e per fortuna i gatti dormivano… mi sono dovuta chiudere dentro, patire il calduccio del forno acceso, fino a che il cicalone non ha deciso di salvarsi e raggiungere i suoi amici sugli alberi 😉

Storiella a lieto fine, non sarei stata in grado di fermare un gatto volante :)

Perché solo due mani?

Due non bastano per coccolare tre gatti, in particolare Sirenetto, che ne chiede veramente tante 😉

Voglia di coccole

Voglia di coccole

Sirena mi trattiene dai medicinali per le mie zampette, come faccio a curarle se lui mi si strofina addosso?

Spesso evito di mettere gel o schiuma medicinale proprio perché temo che leccando, i miei gatti possano avvelenarsi. Un bel problema, capperi! Così mi tengo il dolore :(

E che cavoletti, l’operazione di due anni fa è già scaduta, non so nemmeno come riesco a scrivere…

Cambio di stagione, la muta dei gatti.

Con l’arrivo della primavera anche i gatti fanno il cambio armadio 😉

In questo periodo, solitamente, chiunque senta è armato di pettini, spazzola e aspirapolvere… e tanta pazienza :-(

Occhi belli :)

Occhi belli :)

Ho abituato i miei gatti a farsi pettinare in balcone, la mattina, quando il sole è ancora tiepido,  ma poi tutti i momenti sono buoni, Lord e Sirena amano tanto farsi spazzolare :-)

A Nanà piace solo mangià!!!

Lord e Sirena corrono e si rincorrono per casa come due leprotti, solo che Sire è un pò imbranato, salta di peso e proprio per questo, credo, ha preso una storta alla zampa anteriore. Un colpo!!! L’ho visto camminare con la zampetta che sbatteva da una parte, è stato straziante, per fortuna è giovane e dopo alcune ore ha ripreso fare il matto come al solito.

Ti vedo sai?

Ti vedo sai?

Come sono diversi i miei gatti! Il vero chiacchierone è Lord, cerca di simulare il linguaggio umano, quanti discorsetti ci facciamo 😀

Non che Sire e Nanà siano muti eh? Francesca spesso sente Sirena al telefono e credo abbia capito il perché di questo nome 😉 Nanà è un caso a parte, una gattamagnalagna 😀

Ma torniamo al cambio di stagione… è importante non trascurare i nostri @mici! Il pericolo è che leccandosi ingeriscano tanto pelo e non riescano a espellerlo, chiedete informazioni al vostro veterinario di fiducia, mi raccomando! Ci sono dei prodotti molto validi in commercio, ok?

Gatti norvegesi delle foreste…

… li avete osservati bene?

Hanno quelle splendide alucce di pelo alle zampette anteriori (nello specifico sotto le ascelle), belle e soffici quanto raccapriccianti, le ali che in realtà non aiutano a far spiccare il volo come vorrebbero :(

Non desidero creare allarmismi, l’estate delle finestre aperte sta per finire. E’ che ne ho sentiti diversi di voli e non posso lasciar correre.  Il pericolo è sempre presente quando abbiamo a che fare con questa razza, curiosa e giocosa come poche.  Le raccomandazioni lasciano lo spazio che trovano, ognuno sa come comportarsi con il proprio gattino. Purtroppo non bastano nemmeno le mille attenzioni!

Basta un attimo! Nessuna distrazione mi raccomando!

L’attimo che poi sconvolge la vita del gattino e dei suoi padroncini… basta un attimo!

Cito Orzo che volò dal sesto piano in una notte d’estate, aveva sentito rumore mentre dormicchiava sul davanzale della finestra e per lo spavento precipitò di sotto: mascella fuori posto e zampa da ristrutturare… ma poi… è diventato anche papi 😉

Saké trovò una finestra lasciata accidentalmente aperta da persona incosciente (donna delle pulizie)

Touch, nipotino nostro, rossetto meraviglioso quanto incauto, la padroncina cucinava e lui si è allontanato troppo, fin troppo!

Sono tutti salvi grazie al cielo, ma penso… alcuni padroncini non li ho più sentiti… che nascondano qualche incidente irreversibile?

Di brutti voli finiti in tragedia ne ho sentiti purtroppo e devo ammettere che ho diffidato dal cedere i nostri cuccioli a persone inaffidabili. Ora mi rendo conto invece che non necessariamente i padroncini siano inaffidabili, lo sono i gatti, questione di curiosità sfacciata 😉

I gatti norvegesi son così! E li amiamo per questo 😉

Attenti al gatto!

;-)

;-)

Eh già!

Ieri Sirenetto ne ha combinata una delle sue, ma si sa i gatti sono cacciatori e tutto quello che si muove è attrazione 😉

Sul mio balconcino ultimamente volano diverse api, dovrei eliminare i fiori, ma come si fa? Ero uscita fuori per pochissimo, giusto il tempo perché un ape entrasse in casa :-(

Non mi sono accorta dell’intrusa, tanto che ho continuato a fare le cose tranquilla, e invece… vedo Sirena che parte verso la cucina come un matto! Non ho fatto in tempo a inseguirlo che si era già attaccato alla tenda! Più in alto l’ape, grossa davvero, che si difendeva dalle unghie di Sire.

Pora tendina :-(

Pora tendina :-(

Più veloce della luce ho “staccato” Sire dalla tenda, preso la paletta per le mosche e eliminato per sempre l’intrusa.

Pensare che in balcone ho appesa una ceramica con la stessa scritta… ma evidentamente quell’ape non sapeva leggere 😀

Ci ho messo tutta la buona volontà a far capire ai miei gatti che le api possono essere un pericolo per loro, ma ieri Sire non ha proprio resistito 😉

Gestire e controllare i giochi dei cuccioli

E’ grande impresa, oggi abbiamo sfiorato l’incidente, Surf si è lanciato per una farfallina (quelle piccoline, americane) e sono riuscita a prenderlo al volo! Bisogna stare sempre all’erta, lo ripeto per l’ennesima volta.

Per fortuna ormai i nostri gattini hanno superato i periodi di criticità, ovvero tutto quello  che di pericoloso esiste per loro. Sono grandicelli e hanno capito i pericoli in cui possono incorrere. Ma in balcone quelli… non finiscono mai :-(

Nulla va sottovalutato quando sono cuccioli, un wc lasciato aperto è pericolo, la curiosità è troppo grande! Ma anche un fornello acceso non tenuto sotto controllo,  può provocare  seri danni.  Come i bimbi finché non hanno l’età della ragione vanno costantemente tenuti a vista…

… ma che lo dico a fare… molti li fanno vivere in gabbie!!!